Jeplane

(2022 )


project by Aurelio Di Virgilio
co-produced by Atelier delle Arti - Livorno, Il Mutamento, Torino, Pilar Ternera- Livorno
executive production Pilar Ternera - NTC
music Ivano Pecorini
lights Massimiliano Calvetti
styling and costumes Giulia Geromel / Marco Rambaldi
drammaturgical consultancies : Massimiliano Barachini, Elena Giannotti

thanks to Clarissa B, Jolanda DV, Paola G, Andrea M.




JEPLANE è spinto dal desiderio di ricostruire le dinamiche che si scatenano davanti a un paesaggio.
L’orizzonte, l’appiattimento del mondo in una linea, il sentimento del futuro. Le proprietà specifiche di questo territorio sono instabilità e iridescenza. Vedere un orizzonte insieme è gettare gli occhi altrove, permettendosi di dire cose mai pensate, forse di non dire nulla.
In un set delicatamente artificiale che richiama un’ambientazione intima, Aurelio getta il corpo all'interno di architetture immaginate che provengono dalla propria interiorità preparandosi a costruire uno sguardo limpido, complesso e umido di storia.
JEPLANE si presenta a tutti gli effetti come il luogo dei legami impossibili, invisibili, interrotti.

"Per questa occasione ho trovato degli occhi nuovi"

JEPLANE was born from the desire to reconstruct the dynamics that are unleashed in front of a landscape: the horizon, the flattening of the world into a line, the feeling of the future.
The specific properties of this territory are instability and iridescence. 'otherwise is to cast your eyes elsewhere, allowing yourself to say and to think things you never thought about, perhaps not to say anything. In a delicately artificial set that seems an intimate setting, Aurelio throws his body into imagined architectures that come from his own interior, preparing to build a clear, complex and humid gaze. JEPLANE appears as the place of impossible, invisible, interrupted bonds.

"For this occasion I found new eyes”








For more informations about JEPLANE:
aureliodivirgilio@gmail.com

Copyright Aurelio Di Virgilio -  2022